cosa vedere ronda andalusia

Ronda, la suggestiva città a strapiombo dell’Andalusia

Durante alcuni tour organizzati in Andalusia in cui ho fatto da accompagnatrice turistica, ho avuto l’occasione di visitare Ronda, uno dei pueblos blancos più affascinanti della regione.
Di antiche origini romane -pensate che è una delle più antiche città spagnole-, Ronda si trova in provincia di Malaga, a un centinaio di chilometri dal capoluogo.
Il nome della cittadina viene dalla parola romana Arunda, datole proprio per la sua posizione particolare: Ronda, infatti, si trova a un’altitudine di 739 ed è circondata a semicerchio dalle montagne dell’omonima Serranía de Ronda.
Nonostante non sia famosa come alcune delle città più turistiche dell’Andalusia, come Siviglia, Granada o Malaga, secondo me Ronda è una perla da non perdere durante un tour della regione!

 

cosa vedere ronda andalusia (1)

 

cosa vedere ronda andalusia (1)

 

Cosa vedere a Ronda

La parte storica (e più interessante) di Ronda è minuscola e basta anche mezza giornata per vederla, eppure vale la pena avventurarsi fin quassù per esplorarla e scoprire questa piccolo gioiello!

Come tante città dell’Andalusia, Ronda è un mix incredibile di culture diverse: tanti popoli sono passati di qui, dagli arabi ai romani, e questo si riflette nelle costruzioni e nell’architettura.
Ronda ha un centro storico delizioso con casette bianchissime, eleganti residenze rinascimentali a cui si accede passeggiando tra stradine acciottolate, ed è circondata da una muraglia difensiva e da varie porte che permettono l’accesso alla città.

L’opera più affascinante e che vi farà innamorare di questa cittadina, però, è sicuramente il Puente Nuevo di Ronda, risalente al XVIII secolo.
Questo ponte unisce la parte antica della città alla parte nuova e si staglia sopra el tajo de Ronda, una gola scavata dal fiume Guadalevín e profonda 100 metri, diventata il vero simbolo di Ronda.
L’effetto creato dal ponte e dalla città che si erge sullo strapiombo è davvero s-p-e-t-t-a-c-o-l-a-r-e, qualcosa di unico che vale sicuramente la pena vedere e immortalare per sempre in qualche foto ricordo.

Sarà per la bellezza del Tajo e del paesaggio suggestivo e romantico, sarà per l’atmosfera d’altri tempi che tuttora si respira nella parte vecchia della città, ma tra fine Ottocento e inizio Novecento tantissimi artisti e scrittori si sono innamorati di Ronda… giusto per citarne alcuni: qui hanno vissuto Dumas, Rilke e Hemingway!
 

cosa vedere ronda andalusia (1)

 
cosa vedere ronda andalusia (1)
 
cosa vedere ronda andalusia (1)
 
cosa vedere ronda andalusia (1)
 
L’altro grande simbolo di Ronda è la sua Plaza de Toros.
Non fraintendetemi: io non sopporto le corride spagnole, non riesco davvero a capire questa tradizione (e forse non voglio neanche farlo), per me è qualcosa di impensabile e assolutamente crudele.
In Andalusia però la corrida è considerata arte, qualcosa che fa parte da sempre del folclore locale e passerà parecchio tempo prima che riescano a farla sparire dal sud della Spagna.
Nonostante non condivida l’amore per la corrida spagnola, ho trovato comunque interessante la visita alla Plaza de Toros, se non altro per cercare di comprendere un po’ meglio questa tradizione antichissima e il perché gli andalusi vi siano così affezionati.
Annesso all’arena (che è gigantesca ed è di conseguenza una delle più pericolose della Spagna) c’è il Museo Taurino, che trabocca di cimeli, costumi di famosi matador, e anche opere e fotografie di celebri artisti appassionati alla corrida come Picasso ed Hemingway.
Nel museo potrete scoprire qualcosa in più anche sulla famosa Feria de Pedro Romero che si svolge ogni anno a Ronda, a settembre. Durante la Feria si svolge anche l’importante Festival de Cante Grande, una grande manifestazione dedicata al flamenco che culmina con le Corridas Goyescas, uno speciale tipo di corrida in cui chiunque vi partecipi, dai matadores al pubblico, è vestito con abbigliamento ottocentesco.
Anche se la corrida non mi interessa per niente, sicuramente sarebbe interessante tornare durante la Feria per partecipare alla manifestazione e vivere l’atmosfera particolare che avvolge Ronda in quei giorni!

 

cosa vedere ronda andalusia (1)

 

cosa vedere ronda andalusia (1)

 

Come arrivare a Ronda

Nonostante la posizione impervia, arrivare a Ronda in Spagna è piuttosto semplice!
Il modo più comodo per raggiungere Ronda è sicuramente l’auto: sia da Siviglia che da Malaga ci sono poco più di 100 chilometri di guida, mentre da Marbella, sulla Costa del Sol, ancora meno… solo 60 chilometri!

Se invece state girando l’Andalusia con treni, bus e mezzi pubblici (N.B. cosa fattibilissima!!), è possibile comunque visitare Ronda. Date un’occhiata a Renfe, il sito delle ferrovie spagnole, per le corse dei treni in partenza da Malaga e Siviglia oppure agli orari degli autobus in partenza da Malaga.
 
cosa vedere ronda andalusia (1)
 

E VOI SIETE MAI STATI A RONDA?
ANCHE VOI SIETE RIMASTI COLPITI DA “EL TAJO” E DAL PAESAGGIO SUGGESTIVO?
CHE NE PENSATE DELLA PLAZA DE TOROS E DELLA CORRIDA?
FATEMI SAPERE NEI COMMENTI!

 

Post in collaborazione con Vivi Andalucia

 
AEREO
 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:


 

Cosa vedere a Ronda, la suggestiva città a strapiombo dell’Andalusia

8 pensieri riguardo “Ronda, la suggestiva città a strapiombo dell’Andalusia

    1. Sono sicura che vi piacerebbe, è un piccolo borgo davvero speciale! E poi anche quando fa caldissimo a Ronda c’è sempre un po’ di vento… ci si sta d’incanto insomma 🙂

  1. Bellissima la foto con il ponte! Tu sai che ho l’Andalusia tra i miei sogni, vero? <3
    Solo che ogni volta (per un motivo o per l'altro) non riesco a concretizzare.. ma nella mia testa ho già l'itinerario ben chiaro e Ronda è presente. Adoro queste cittadine arroccate, dalle tinte tenui, trovo che sia l'essenza dell'Andalusia più vera e meno turistica. Per quanto riguarda le corride, non le sopporto, mi sembrano solo un crudele tentativo di fare spettacolo sulla pelle degli animali, ma le arene sono decisamente suggestive.
    Baci!

    1. Arghhhh devi assolutamente andare in Andalusia, è meravigliosa! Come dici tu, oltre alle grandi città ci sono tanti angolini e paesini suggestivi che aspettano solo di essere scoperti.
      Fammi sapere quando ci andrai, io non vedo l’ora di tornarci!

      Un abbraccio

  2. Credo che ci sia stato mio fratello qualche anno fa, quando è stato in vacanza dalle parti di Malaga. In ogni caso le foto mi ricordano qualcosa!
    Nemmeno io sono una fan della corrida, anzi è un “passatempo” che proprio non capisco ma allo stesso tempo anche io quando sono stata a Siviglia sono andata a vedere la Plaza de Toros.

    1. Anche se non si apprezza la corrida, penso che la Plaza de Toros sia una tappa immancabile in una visita in Spagna!
      Ronda comunque è davvero unica al mondo con quel ponte a strapiombo, te la consiglio se andrai da quelle parti 🙂 da Malaga si raggiunge bene!

      Un bacione

  3. Sai che sono incappata in una foto di Ronda proprio l’altro ieri su Instagram?
    Ed ho detto a Pavel: guarda che spettacolo, prima o poi dobbiamo andarci!
    Non sono una che ama le altezze, ma quel ponte mi ha completamente stregato.
    Riguardo le corride lasciamo perdere, che è meglio… la chiamino tradizione o come vogliono, per me è pura violenza… sono una di quelle che tra le due parti sta da quella del toro…
    Baci Diletta, buona settimana!

    1. Ciao Celeste!
      Guarda Ronda è davvero uno spettacolo, alla fine per lavoro ho avuto la fortuna di andarci più volte e non me ne stanco mai. E’ davvero suggestiva con quel ponte così a strapiombo!!
      P.S. per quanto riguarda la corrida, ti capisco benissimo… la penso come te! E’ una cosa inconcepibile!!

      Un bacione!

Lascia un commento