york

Una giornata a York, piccola perla inglese

QUANDO SI PARLA DI INGHILTERRA QUASI SEMPRE SI PENSA A LONDRA, MA IN REALTA’ QUESTO PAESE HA MOLTE ALTRE MERAVIGLIE DA OFFRIRE. IN QUESTO POST VOGLIO PARLARVI DI YORK, PICCOLA PERLA INGLESE, DOVE HO AVUTO LA POSSIBILITA’ DI PASSARE MEZZA GIORNATA QUESTA ESTATE PER SCOPRIRE IL DELIZIOSO CENTRO STORICO E LA MAESTOSA CATTEDRALE. 

 

AEREO

 

Come molti di voi ormai sanno, da non molto ho iniziato a lavor(icchi)are come accompagnatrice turistica, tour leader, tour manager, trip leader. Chiamatemi come volete, ma sono quella che, quando acquistate un tour o un viaggio organizzato, vi fa rigare dritto ricordandovi gli orari e gli appuntamenti della giornata, quella che pensa al vostro benessere, quella che si fa in quattro per cercare di accontentare ogni richiesta (quando non sono troppo assurde 😀 ).

Insomma, in questo lavoro si fatica tanto, fisicamente ma soprattutto mentalmente… la gente a volte ti sfinisce.

Però ti dà anche tanto. 

Prima o poi vi parlerò di questa mia nuova avventura in modo più approfondito, oggi ho fatto questa mega introduzione solo per dire che ultimamente, anche se per lavoro, ho viaggiato un bel po’ – e che viaggi!

 

york

 

Il primissimo tour che ho avuto il piacere di “dirigere” quest’estate è stato un viaggio di 10 giorni attraverso Inghilterra e Scozia, difficile immaginare un “battesimo” migliore. 🙂 

Tra i magnifici posti – alcuni già conosciuti, altri nuovi anche per me – che ho avuto il piacere di visitare c’è anche York, nello Yorkshire, famosa per l’imponente cattedrale e come meta di vacanze studio.

Perché ho scelto di parlarvi proprio di York?

Perché York mi ha aperto un mondo, mi ha fatto capire che l’Inghilterra no, non è solo Londra

 

york

 


 

york

 

York è una città con un piccolo centro storico che si visita tranquillamente in una giornata, anche meno. Ha un passato importante alle spalle, fatto di invasioni e conquiste – di qui sono passati anche romani e vichinghi, e la città ancora ne porta i segni.

Sapete, per esempio, perché i nomi delle vie storiche di York finiscono in “gate“? “Gate” deriva dalla parola danese “gata“, che appunto significa “strada” o “via”.

O sapevate che ogni anno, a febbraio, a York si svolge lo Jorvik Viking Festival (N.B. Jorvik è il nome vichingo della città di York), il più grande festival d’Europa dedicato ai vichinghi?

Se siete curiosi e vi va di scoprire qualcosa in più sul passato vichingo, c’è anche lo Jorvik Viking Centre, un museo che ci racconta la storia di York durante la dominazione vichinga, lo stile di vita, aneddoti… al momento il museo è chiuso fino alla primavera 2017 per risistemare i danni causati dall’alluvione del 2015.

Mi fate sapere se qualcuno di voi c’è stato e se ne vale la pena?

 

york

 

Le vie del centro sono davvero caratteristiche – lunghe e strette strette, piene di negozietti che vendono prodotti tipici, fudge, souvenir, piccole sale da tè… a York c’è veramente di tutto, impossibile non rimanerne incantati! Forse anche per questo, nonostante le dimensioni ridotte, è una delle città più turistiche di tutta l’Inghilterra – e secondo me è una vera perla.

La zona più particolare è quella dei The Shambles, l’antica strada medievale fiancheggiata da tipiche casette a graticcio. Qui un tempo sorgevano negozi e case di macellai, che adesso hanno lasciato il posto a ristorantini, graziose librerie e negozi per turisti. 

 

—> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Tre giorni a Monaco di Baviera <—

 

Altri posticini da segnalare se siete in vena di compere sono Coney Street, Parliament Street e lo Shambles Market.

Mentre in The Shambles trovate negozietti turistici e di artigianato, su Coney St., Parliament St. e dintorni trovate tutto ciò che è moderno – catene di cibo e vestiario, grandi marche, negozi di telefonia, eccetera.

Allo Shambles Market invece si torna un po’ all’atmosfera più raccolta tipica della York antica: qui si vende un po’ di tutto, da frutta e verdura ai vinili antichi, da mazzi di fiori ad oggettistica e antiquariato. Il mercato è aperto tutti i giorni dalle 7:00 del mattino in poi… un giretto ci sta tutto! 😉

 

york

 


 

york

 

york

 

Un’altra particolarità della città è la Clifford’s Tower, oggi meglio conosciuta come il Castello di York: la torre infatti si trova dove un tempo Guglielmo il Conquistatore aveva fatto erigere una fortezza. E’ possibile visitare la Clifford’s Tower al suo interno da marzo a ottobre, ma per informazioni più dettagliate vi consiglio di visitare il sito ufficiale.

Last but not least… non potete perdervi York Minster, la Cattedrale di York. 

Il meglio si lascia sempre alla fine, no?

York Minster è la cattedrale gotica più grande dell’Europa del Nord (il record di cattedrale gotica più grande del mondo è detenuto da quella di Siviglia!) e per me è pura arte, pura bellezza.

Passeggiate partendo dalla Clifford’s Tower, attraversate il centro storico e i The Shambles, e sbucate infine nella piazza di fronte alla cattedrale, fiancheggiata dal Dean’s Park.

Rimarrete letteralmente senza fiato.

In una cittadina del genere, tutta raccolta e dalle viuzze minuscole, una cosa così proprio non te l’aspetti.

 

york

 
york
 

La cattedrale, oltre che per le notevoli dimensioni, è particolare per le elaborate torri della facciata occidentale, ricche di pinnacoli e decorazioni e visibili da diversi punti della città, e per le vetrate medievali con rappresentazioni sia di carattere religioso, sia laico. 

Un capolavoro da non perdere. 

Curiosità: Ci sono voluti oltre 250 anni per completare la cattedrale, e nel 1984 subì danni per 2,25 milioni di sterline a causa di un incendio. 

 

york

 

INFORMAZIONI UTILI

  • Come arrivare: Premettendo che io sono andata a York con pullman privato, so che è possibile raggiungere la città da Londra con il treno in circa 2 ore (circa 80-100 € a/r), oppure con l’autobus (per esempio con Megabus o National Express) in circa 4 ore (20-40 € a/r).
  • Dove mangiare: Io ho pranzato al The York Roast, in Low Petergate, dove ho assaggiato un panino con carne di maiale, cotenna e salsa alle mele (leggerino!) al costo di circa £ 4. Il panino che ho scelto io era un po’ particolare ma non era male, ci tornerei! 😉

 
york
 

E VOI SIETE MAI STATI A YORK? COME VI E’ SEMBRATA? QUALI ALTRE METE AVETE VISITATO IN INGHILTERRA OLTRE A LONDRA? ACCETTASI CONSIGLI E ISPIRAZIONE PER IL PROSSIMO VIAGGIO! 🙂 

 

AEREO

 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:

Una giornata a York, piccola perla inglese

24 pensieri riguardo “Una giornata a York, piccola perla inglese

  1. Prima o poi ce la farò a visitare quella parte d’Inghilterra fatta di stradine, ruderi di castelli e casine a graticcio; insomma, quella parte d’Inghilterra che certamente non è Londra. York mi sembra davvero una bella città a misura d’uomo della quale non credo sia difficile innamorarsi..

    1. A me Londra piace, moltissimo, però è stato bello scoprire anche qualcosa di diverso… anche perché le altre grandi città inglesi (Liverpool, Manchester…) non mi dicono niente, mentre le cittadine più piccole e storiche mi ispirano tanto *_*

  2. Ma è deliziosa! Le facciate a graticcio e le architetture gotiche delle chiese…proprio come piacciono a me!
    Conoscevo York solo di nome Diletta grazie per avermela mostrata di fatto 😀
    Peccato per il Viking Centre secondo me era interessante. Così come interessante sarebbe leggere un post sugli aspetti del tuo lavoro! 😛
    A presto!

    1. Grazie cara! 🙂 E le mie foto non sono un granché perché con me non avevo dietro la mia macchina fotografica “buona”, dal vivo è ancora più carina York!
      Presto poi scriverò qualcosa anche sul mio lavoro, aspetti positivi ma anche quelli più assurdi 😀

    1. Grazie Stefania!
      Sì è una bella soddisfazione, anche se ancora devo ingranare ed è tutto un po’ instabile… ma piano piano spero di riuscire a farlo diventare un lavoro stabile 🙂

    1. Grazie Eli! Eheh speriamo che le cose vadano bene e che possa diventare davvero un lavoro stabile, sarebbe un sogno 🙂
      Brighton comunque mi manca e mi incuriosisce molto… spero di capitarci la prossima volta!

  3. Wow York è spettacolare, ho gli occhi a cuoricino perché io amo le atmosfere medievali in stile British.
    Dell’Inghilterra purtroppo ho visto ben poco: Cambridge (che tra l’altro secondo me è stupenda) e un pochino Londra.
    Ho poi visitato la Scozia da nord a sud, da est a ovest, ma ci tornerei ancora e ancora perché si è portata via un pezzetto del mio cuore, per me è una terra che ha davvero dell’incredibile.
    Tra 2 settimane mi godrò 8 giorni a Londra per esplorare a fondo la città e non ci sarà tempo per altre mete, ma in futuro un bel giro dell’Inghilterra come si deve non me lo toglie nessuno 😀
    Intanto aspetto gli altri post per ulteriori spunti!!

    1. Ciao Stefania!! Grazie mille per essere passata 🙂

      Anche io amo la Scozia, spero di tornarci ancora e ancora! York è carinissima, se capitasse l’occasione tornerei volentieri anche lì 🙂

  4. Mi sa che te l’ho già detto quando ci mandavi le foto di York e dintorni: questi posti mi fanno impazzire! Ho visitato alcune cittadine dell’Inghilterra e della Scozia, ma ancora troppo poco, mi piacerebbe farmi un giro super approfondito!! E York sarebbe di sicuro in cima alla lista, credo che andrei in giro saltellando tutto il tempo 😀

    1. Di sicuro!! E’ troppo carina! Poi i The Shambles sono stati di ispirazione per la Diagon Alley di Harry Potter, c’erano tutti i cartelli della Gazzetta del Profeta attaccati… spettacolo 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.