organizzare viaggio budapest low cost (3)

Come organizzare un viaggio low cost a Budapest

Budapest è una delle capitali europee che hanno davvero lasciato il segno nei miei ricordi.
E’ stato un viaggio un po’ così, deciso all’ultimo e improvvisato (come sempre se vogliamo dirla tutta! XD), grazie anche ai buoni prezzi per ho trovato per lo scorso gennaio.
Vi ho già raccontato cosa fare a Budapest in un weekend invernale, quindi in questo post vi lascerò informazioni utili su come organizzare il viaggio spendendo il meno possibile ma stare comunque “bene”, senza farsi mancare nulla insomma… che poi è un po’ la mia filosofia di viaggio in generale.

 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 

Come raggiungere Budapest

Budapest è servita da diverse compagnie low-cost, prima su tutte la mitica –ultimamente un po’ meno miticaRyanair.
Io ho optato per un volo Pisa-Budapest e prenotando circa 3 settimane prima ho speso intorno ai 150 € a persona.
Considerate comunque che era il fine settimana dell’Epifania, quindi ancora piene vacanze natalizie. Se decidete di partire in un weekend qualunque o riuscite a organizzarvi un po’ prima trovate offerte di sicuro più convenienti!

 

—> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Come risparmiare sulla prenotazione dei voli <—

 
Per spostarci dall’aeroporto di Budapest al centro città abbiamo optato per i mezzi pubblici.
Appena fuori dagli Arrivi c’è la fermata del bus 200E – prendetelo e dopo circa 20 minuti scendete alla fermata Kőbánya-Kispest, da cui potrete prendere la linea 3 della metro per il centro.
Il nostro appartamento era vicino alla fermata Oktogon sulla linea 1, perciò dall’aeroporto ci abbiamo messo circa un’oretta per raggiungere l’alloggio.
Il bus 200E opera dalle 4:00 alle 23:00 e il biglietto costa 350 huf, ovvero 1,10 € circa. Per raggiungere il centro città servono 2 biglietti separati (uno per il bus e uno per la metro), oppure un unico transfer ticket al costo di 530 huf (1,70 €) acquistabile all’interno dell’aeroporto. Il transfer ticket va timbrato da un lato quando si sale sul bus, e dall’altro lato quando si prende la metro.
Per maggiori informazioni su come raggiungere l’aeroporto o il centro di Budapest in orari più “notturni” potete leggere QUI.

 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 

Come muoversi a Budapest

A Budapest i mezzi pubblici sono puntuali, efficienti ed economici. 
Come già accennato un biglietto (valido per un viaggio in bus, metro o tram) costa 350 huf. Per risparmiare qualcosa conviene comprare un carnet da 10 biglietti al costo di 3.000 huf, ovvero circa 10 €.
Tra l’altro la città si gira bene anche a piedi, quindi un carnet di biglietti a testa dovrebbe bastarvi tranquillamente per un weekend lungo!
La maggior parte dei mezzi pubblici opera dalle 4:30 alle 23:30, mentre le linee tram 4 e 6 sono attive 24 ore al giorno, ogni giorno della settimana.

 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 

Dove dormire a Budapest

I prezzi degli alloggi a Budapest in generale sono abbastanza bassi e in città si trova veramente di tutto, dagli ostelli agli hotel di lusso, dalle guest house agli appartamenti indipendenti.
Durante la scelta dell’alloggio la cosa che mi premeva di più, oltre alla posizione centrale, era il fattore riscaldamento: a Budapest in inverno fa davvero tanto TANTO freddo (noi abbiamo trovato anche -17°C, per dire), quindi alla sera volevo essere sicura di rientrare in un bel posticino caldo e accogliente.
Abbiamo trovato così il nostro appartamentino Little Tribeca, vicinissimo alla Casa del Terrore e alla fermata della metro Oktogon. In due abbiamo speso 84 € per 3 notti, e l’appartamento era piccolino ma pulitissimo, ben posizionato, moderno, ben fornito e soprattutto bello calduccio. Non avremmo potuto fare scelta migliore, davvero.

 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 

Dove e cosa mangiare a Budapest

Quando viaggio sapete che mi piace provare tutti i piatti più tipici del luogo in cui mi trovo. 
A Budapest non ho fatto eccezione e alcuni piatti mi sono piaciuti talmente tanto che non posso fare a meno di consigliarveli!
I miei preferiti sono la zuppa di gulash (in molti posti la trovate anche servita direttamente in crosta di pane), il langos (una mega focaccia fritta tipicamente coperta di panna acida e formaggio gouda grattugiato… una vera goduria!!), il pollo alla paprika e il kürtőskalács, il famoso “dolce a camino” cotto alla brace e che consiste in una sfoglia dolce ricoperta in genere da cannella… ma volendo anche da cacao, semi di papavero, noci, mandorle, vaniglia… li fanno in tutti i modi e sono SQUISITI! Credo sia uno dei dolci più buoni del mondo, seriamente. XD
Se volete assaggiare anche altri dolci tipici vi consiglio la torta Dobos (sei strati di pan di Spagna ricoperti di crema al cioccolato e burro e uno strato di caramello) e il Mákos guba, un dolce molto semplice preparato con pane, semi di papavero e crema alla vaniglia. 

Durante il viaggio abbiamo provato un po’ di tutto, dai baracchini di street food al ristorante “in”.
Di seguito vi lascio i nomi dei posticini che ho preferito, fatemi sapere se ne conoscete qualcuno o se avete intenzione di provarli!

 
Zeller Bistro (Hercegprímás utca 18): ristorantino dall’atmosfera accogliente ed elegante, dove mangiare piatti preparati con ingredienti di qualità e presentati egregiamente. Staff cortese, locale super carino… insomma mi è piaciuto proprio tanto. Il prezzo è un po’ sopra la media per Budapest, ma ne vale la pena. Prezzo medio: 20 € a persona.

Frici Papa Kifozdeje (Király utca 55): tavernetta tipica consigliata da Lonely Planet, forse leggermente al di sotto delle aspettative ma comunque da provare. Atmosfera conviviale e alla mano, cibo buono e abbondante, posto molto affollato, prezzi BASSISSIMI. Prezzo medio: 6 € a persona.

Café Gerbeaud (Vörösmarty tér 7-8): elegante e famosa caffetteria di Budapest dove gustare un’ottima cioccolata calda e pasticcini di ogni tipo! Prezzo medio: 7 € a persona.

Centrál Kávéház (Karolyi utca 9): un’altra caffetteria storica di Budapest che mi è piaciuta molto, anche più del noto Café Gerbeaud. Qui noi abbiamo preso cioccolata calda, una sacher e la torta dobos… tutto semplicemente ottimo. Preparano anche zuppe, insalate ed altri piatti che sembravano molto gustosi, ma non li abbiamo provati. Prezzo medio: 5 € a persona.

Nagycsarnok (il mercato centrale di Budapest): meta imperdibile durante un viaggio a Budapest, al piano superiore del mercato centrale è possibile provare lo street food più tipico dell’Ungheria! Noi qui abbiamo mangiato zuppa di gulash in crosta di pane accompagnata da insalata e salsine varie. Le porzioni sono molto abbondanti e i prezzi medio-bassi. Nel mercato trovate anche un famoso stand che vende langos, e tante bancarelle dove acquistare paprika e altri prodotti tipici ungheresi.
 
organizzare viaggio budapest low cost (3)
 

E VOI SIETE MAI STATI A BUDAPEST? COME VI SIETE ORGANIZZATI?
AVETE MAI PROVATO I PIATTI TIPICI UNGHERESI?
QUALI SONO I VOSTRI LOCALI PREFERITI DI BUDAPEST?
FATEMI SAPERE NEI COMMENTI!

 

AEREO

 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:

 

 

Come organizzare un viaggio low cost a Budapest

6 pensieri riguardo “Come organizzare un viaggio low cost a Budapest

  1. E’ vero una cosa da cui sono rimasta sorpresa è quanto tutto sia super super economico per noi, alloggio, cibo, trasporti e perfino le terme, che si solito in Italia sono abbastanza un salasso! Ho adorato il fatto che sia una città così accessibile alle tasche di tutti, con poco si mangia benissimo e come te non mi sono risparmiato né sui dolci né sulla cucina tradizionale ahah 😀
    Il quartiere ebraico e dintorni è stata in assoluto insieme al mercato la mia zona preferita in cui mangiare!

    1. Ricordo che ti è piaciuta molto, ho letto tutti i tuoi post su Budapest! Una città splendida, spero di tornarci presto prima o poi. E che i prezzi rimangano bassi ancora per un po’! 😉

  2. Non pensavo che Budapest fosse così low-cost! L’ho sempre vista come una città elegante e maestosa, e di conseguenza l’associavo anche a costi e spese alte 😀 Adesso che la posso vedere senza spendere molto ci faccio un bel pensiero e seguo i tuoi consigli, grazie :*

    1. Ciao Francesca!
      Anche io non pensavo fosse così economica, mi ha sorpreso molto! Ma poi è bellissima, davvero, anche meglio di quanto pensassi.
      Te la consiglio davvero!

      Un abbraccio

  3. Non immaginavo che gli alberghi avessero prezzi relativamente bassi: chissà perché mi ero fatta l’idea che le tariffe fossero quelle delle principali capitali europee. E tra l’altro il posto che avete trovato è davvero carino! E per fortuna anche caldo, perché rientrare in una casa fredda quando fuori ci sono temperature polari non è il massimo…
    Non ho inserito Budapest nei miei travel dreams, ma quasi quasi ora farei una piccola aggiunta 😉

    1. In generale Budapest ci ha fatto un’ottima impressione: bella, elegante, e low-cost! L’appartamento forse è la cosa che ci ha stupito di più… per quel prezzo temevamo di ritrovarci in una stanza fredda e buia, invece era perfetto!
      Ti consiglio di andarci prima o poi, sono sicura che ti piacerà 🙂

Lascia un commento