norimberga

Norimberga: tra storia e romanticismo



Se provate a scrivere “Norimberga” su Google Immagini, nelle prime foto spuntano casette a graticcio, tetti aguzzi e scorci fiabeschi. A voi però cosa viene in mente se dico Norimberga? Viuzze romantiche… o piuttosto la storia nera e cupa del nazismo?

Ecco, Norimberga è un misto dell’uno e dell’altro, una contraddizione e un contrasto continuo. 

Norimberga, però, non cerca di nascondere e dimenticare il suo passato, ma lo affronta in maniera lucida e riflessiva, lo prende di petto e lo racconta, in tutta la sua brutalità.

Per ascoltare questa terribile storia dovete andare al Dokumentationszentrum Reichsparteitagsgelände, abbreviato con Dokuzentrum, il Centro di Documentazione Nazista appena fuori dal centro città. Non so se sia per il nome impronunciabile – so che vi siete spaventati quando lo avete visto! – ma il museo non era molto pubblicizzato sulle guide e diari di viaggio online che avevo letto. E non capisco davvero perché visto che è uno dei musei più interessanti che ho visitato negli ultimi tempi
 

—> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cosa fare gratis a Copenaghen <—

 
Il museo, attraverso pannelli, reperti fotografici e video illustra l’ascesa di Hitler e tutta la storia del nazismo, e si trova in una parte della Kongresshalle, il Palazzo dei Congressi costruito per ospitare le riunioni del partito nazista. L’edificio è impressionante per dimensioni e architettura e rende bene l’idea di grandiosità che voleva dare di sé il partito nazionalsocialista.
 
norimberga
 
Il Dokuzentrum di per sé è abbastanza “spoglio”, il percorso è perlopiù costituito da pannelli esplicativi, ma il valore aggiunto è assolutamente l’audioguida (inclusa nel prezzo): le informazioni e gli approfondimenti registrati sono davvero moltissimi e super dettagliati. Forse è una visita un po’ pesante per dei bambini, ma estremamente educativa.

Informazioni utili:

  • Il Dokumentationszentrum è facilmente raggiungibile con il tram 9, fermata Doku-Zentrum 
  • Il biglietto d’ingresso costa solo 5 € e include l’audioguida in italiano
  • Apertura museo: lun-ven 9-18; sab-dom 10-18

 
norimberga
 
Ancora storditi dalla brutalità della storia nazista, riprendiamo il tram per tornare in città e andare alla scoperta del centro “storico” medievale completamente ricostruito. Norimberga, infatti, era considerata insieme a Monaco di Baviera il centro ideologico del nazismo e per questo fu completamente devastata durante la seconda guerra mondiale. 
 
COSA C’E’ DA VEDERE ALLORA NEL CENTRO DI NORIMBERGA?
 
Le antiche fortificazioni medievali della città sono state ricostruite perfettamente, con tanto di torri difensive e castello annesso. Ma prima di raggiungere il caratteristico castello, godetevi una bella passeggiata attraverso il centro partendo dalla stazione centrale. Il mio consiglio è di soffermarvi alla St. Lorenz Kirche, splendido esempio di architettura gotica, per poi proseguire verso la Hauptmarkt, la piazza centrale, dove potete ammirare anche l’imponente Frauenkirche.
 
norimberga
 


 

norimberga
Frauenkirche @ Sempre in Partenza

Norimberga è piccola e si gira a piedi in poco tempo, ed è proprio esplorando le strade del centro medievale che ho scoperto che Norimberga oggi non è oscurata dalla pesante storia del nazismo, ma è una città piena di vita e con un lato estremamente romantico.

Come dimenticare lo scorcio da fiaba sul fiume Pegnitz? Per non parlare degli alberi in fiore di fronte alla St.Sebaldus Kirche o delle casette a graticcio di Weissgerbergasse e del Burgviertel, il quartiere del castello.
 
norimberga
 

norimberga
St. Sebaldus Kirche @ Sempre in Partenza

norimberga
 
norimberga
 
norimberga
 
Ecco, siete finalmente arrivati al Castello Imperiale. La fortificazione, anch’essa restaurata rispettando la struttura originaria, è divisa in tre parti (KaiserburgBurggrafenburgReichsstädtische Bauten) e domina Norimberga dall’alto di una collinetta. 
 
norimberga
 



norimberga

 
norimberga
 
Purtroppo il tempo passa in fretta e ci accorgiamo che è quasi ora di salire sull’autobus FlixBus che ci riporterà a Monaco di Baviera, perciò non facciamo in tempo a visitare gli altri punti di interesse di Norimberga, come la Casa di Albrecht Dürer o il Museo dei Giocattoli

Ripercorriamo a ritroso il centro città per tornare alla stazione degli autobus… ma prima di ripartire, sosta obbligatoria alla panetteria self-service Back Markt, nel passaggio della stazione metro Hauptbahnhof: con solamente 6 € a testa ci rimpinziamo di buonissimi bretzel, bagel ripieni e donuts! Lo consiglio se avete voglia di un pasto al volo e decisamente low-cost.
 
E’ VALSA LA PENA FARSI DUE ORE DI AUTOBUS PER VISITARE NORIMBERGA?
 
Prima di partire ero un po’ dubbiosa: saremmo stati solo tre giorni a Monaco e non sapevo se fosse una buona idea impiegare quasi una giornata intera per vedere Norimberga. A posteriori posso dirvi invece che sì, ne vale assolutamente la “pena”. Anzi vi dirò di più: la giornata passata a Norimberga è quella che ricordo con più piacere del mio weekend in Baviera e sinceramente mi sarebbe piaciuto passare più tempo in questa cittadina incantata.

Quindi non abbiate dubbi e organizzate una bella visita a Norimberga se andrete in Baviera! 😉
 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:

Norimberga: storia e romanticismo


24 pensieri riguardo “Norimberga: tra storia e romanticismo

  1. Pare che tu sia l’unica tra le mie “conoscenze” ad aver scritto qualcosa su Norimberga…parto fra 10 giorni e mi stavo chiedendo: “Fara’ talmente schifo che nessuno ci va e ne parla?” 😀 Invece mi hai sollevato il morale! Speriamo di trovare bel tempo e qualche albero in fiore!

    1. Ciao Flavia! 🙂

      Guarda che Norimberga è carinissima, io l’ho preferita a Monaco sinceramente! Vedrai che ti piacerà, spero che trovi bel tempo perché sicuramente rende di più 🙂 fammi sapere!! Un abbraccio

        1. Uhhh! Io sono stata diverse volte in Germania e la zona della Baviera con Monaco e Norimberga è quella che mi è piaciuta di più e dove mi piacerebbe tornare ancora, vedrai che andrà bene! Fammi sapere 😀

  2. Che bellissime foto! Ho tanta ma tanta voglia di visitare la Baviera. Volevo farti i complimenti perché hai trasformato un weekend in una valanga di articoli molto utili, interessanti e piacevoli da leggere 🙂

    1. Grazie mille Chiara! Mi ha fatto proprio piacere il tuo commento *.*
      Alla fine anche se non ho amato Monaco di per sé, sono riuscita a trovare comunque alcune cose che mi sono piaciute molto 🙂

  3. Eccolaaaa..pensa che da Milano organizzano i pullman per i mercatini di Natale (anche se onestamente prenderei un aereo).

    Come già ti accennavo è sulla mia lista da un po’ di tempo, insieme alla non lontana Bamberga e a Dresda un po’ più a nord!

    Magari quest’inverno.. anche se dalle tue foto pare splendida anche con la bella stagione!

    1. Sììì ho sentito dire che il mercatino di Norimberga è uno dei più belli in Europa! D’inverno l’atmosfera sarà magica di sicuro 🙂 anche se devo dire che con il sole e con gli alberi in fiore era stupenda!

      A presto :*

  4. Se dico Norimberga mi viene in mente la vergine…Eppure tu, con il tuo piacevole racconto, non mi hai riportato a nulla di truculento, anzi.. Da tenere in considerazione per un weekend.. Grazie per la dritta 😉

    1. Oddio non me lo ricordare! Anche il mio ragazzo quando ho parlato di andare a Norimberga subito gli è venuta in mente la vergine XD per fortuna in realtà Norimberga è tutt’altro che truculenta, è un posticino da fiaba 🙂

  5. Una chicca, non c’è dubbio! Credo dia il meglio di sè coi mercatini natalizi! Mi piacciono da matti le costruzioni a graticcio 🙂 🙂

  6. Ciao Diletta, grazie al tuo blog sto scoprendo un sacco di città europee che di solito non prendo mai in considerazione, forse perchè messe un po’ in ombra da mete più blasonate! Ho già segnato Breslavia…ed ora Norimberga! La lista dei viaggi si allunga ogni giorno di più!!! 🙂

    1. Ciao Vale! Mi fa piacere che tu mi dica così, alla fine è anche questo uno dei motivi che mi spinge a scrivere 🙂 ti auguro di andarci presto allora perché sia Breslavia che Norimberga sono carinissime e davvero caratteristiche 🙂

  7. Bellissime foto Diletta!
    Mi piace tantissimo il dualismo che esprime questa città: romanticismo/pagina nera della storia.
    E le casette a graticcio…e le porticine…bella davvero!
    Aborro completamente i viaggi in pullman tuttavia due ore sono davvero una sciocchezza. Sopportabilissime direi.
    Hai fatto non bene, benissimo!
    Un saluto
    Daniela

    1. Grazie mille Daniela :*
      Sìsì ne è valsa proprio la pena andare, anzi, menomale all’ultimo mi sono decisa a farlo! Poi il bus Flixbus è costato una sciocchezza, quindi top!
      A presto 🙂

  8. Bella, davvero bella!
    Le tue foto ed il tuo racconto mi hanno messo voglia di partire per Norimberga…strano no? dopo tutto quello scontro fra noi e la Germania!
    Però con il sole, i fiori, i colori sgargianti delle case a graticcio…sembra fantastica, nonostante il suo passato nero!
    Sono splendide le città che soffrono così dannatamente tanto e risorgono più belle di prima, un po’ come fanno le persone.
    Un bacio <3

    1. E’ bellissima hai ragione, secondo me la Baviera (a parte Monaco che come ti ho detto non mi ha entusiasmata…) potrebbe essere una bella regione per un road trip di qualche giorno, oltre a Norimberga ho visto foto di tantissimi paesini troppo carini… per non parlare dei castelli! Magari potreste riniziare da qui il vostro rapporto con la Germania 🙂

      Un abbraccio

  9. Come al solito: bellissime foto, bellissime descrizioni. Io vado letteralmente pazza per le case a graticcio *_*, e sono anche sempre più interessata alla storia contemporanea, per cui Norimberga potrebbe essere la destinazione ideale di un prossimo mini viaggio! 🙂

Lascia un commento