gita a giethoorn olanda (1)

Gita a Giethoorn, il villaggio delle fiabe in Olanda

Giethoorn per me è la prova vivente di quanto sia pericoloso un social come Instagram! :’)
Sì, perché è proprio grazie (o per colpa di) una foto di questo paesino, trovata così per caso, che sono rimasta talmente folgorata da voler organizzare a tutti costi una gita fuori porta da Amsterdam alla scoperta della cosiddetta “Venezia dei Paesi Bassi

Lo so cosa state pensando… “oh no, un’altra città che si vanta di essere la Venezia del nord e cose del genere“.
E in effetti vi do ragione, Giethoorn non ha davvero niente a che vedere con Venezia… se non per due caratteristiche fondamentali (e che trovo assolutamente adorabili!): la presenza massiccia di ponti e canali navigabili, e l’assenza completa di automobili!

 

gita a giethoorn olanda (1)
Riflessi perfetti a Giethoorn

gita a giethoorn olanda (1)

 
Sì, avete capito bene: a Giethoorn si può girare solo in bicicletta o a piedi!
E’ il posto ideale, insomma, per chi ama la vita che scorre lenta e il contatto con la natura.
Sarà per il verde in cui è immerso il villaggio, il silenzio e la quiete, i giardinetti curatissimi o per le casette e le fattorie dai tetti ricoperti di canne, ma il termine fiabesco in questo caso non potrebbe essere più azzeccato.
 

—> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Luss e la magia del Loch Lomond in Scozia <—

 
Giethoorn infatti si trova nell’est dell’Olanda nel bel mezzo di un parco naturale, il Parco Nazionale Weerribben-Wieden, la più estesa palude torbosa dell’Europa nord-occidentale.
Le caratteristiche casette del paese sono costruite, perciò, su dei piccoli isolotti di terreno torboso… e tutti questi isolotti sono collegati tra loro da ben 176 ponticelli di legno!
 

gita a giethoorn olanda (1)

 

gita a giethoorn olanda (1)

 
L’espressione villaggio da fiaba forse ormai è un po’ abusata, specialmente da chi ama viaggiare e riesce a trovare qualcosa di affascinante in ogni luogo che visita. 
Ma nel caso di Giethoorn non penso esistano parole più adatte!
In vero stile Mary Poppins, vi sembrerà di essere saltati direttamente in quadro, dove i colori protagonisti sono tutte le sfumature possibili e immaginabili di verde e il delicato beige delle fattorie e delle abitazioni.
Giethoorn è così ordinata, pulita e silenziosa e l’atmosfera è talmente idilliaca che per un attimo ho quasi avuto la sensazione che tutto questo fosse finto, e che dietro quei balconi fioriti in realtà non abitasse nessuno.
 
gita a giethoorn olanda (1)
 

gita a giethoorn olanda (1)
La Kraggehuis di Giethoorn… sapete che potete affittarla per la vostra vacanza?

gita a giethoorn olanda (1)
Vi prego, qualcuno mi regali questa casetta!

A Giethoorn, invece, qualcuno ci abita: nel paese ci sono circa 2.600 residenti… e pensate! In assenza di strade, gli abitanti per muoversi utilizzano le biciclette, piccole barche con il motore silenzioso ed ecologico o le puntar, le tipiche imbarcazioni di Giethoorn che vengono condotte dal punteraar (l’equivalente del “nostro” gondoliere veneziano per intenderci) con l’ausilio di un lungo bastone di legno (fate conto che l’acqua è alta meno di un metro!!).
Anche chi si reca nel villaggio senza strade per turismo ha la possibilità di vivere e spostarsi come un vero olandese: oltre a noleggiare una bici, a Giethoorn è possibile affittare un’imbarcazione e fare il giro dei canali in autonomia, oppure unirsi a uno dei tour organizzati in battello.
Noi abbiamo scelto la seconda opzione per goderci in totale relax l’atmosfera e il paesaggio, e il tour mi è piaciuto molto! Per soli 7,50 € a testa abbiamo esplorato i canali della cittadina in battello per circa un’ora, con caffè e tè inclusi nel prezzo e con il “capitano” che ci raccontava alcuni aneddoti su Giethoorn in inglese.
Oltre al giro tra i canali, inoltre, a Giethoorn potrete visitare il Museo Contadino, allestito in una fattoria restaurata dell’Ottocento, e varie piccole esposizioni di conchiglie, minerali, ceramiche e cristalli.
 

gita a giethoorn olanda (1)
Tour in battello tra i canali di Giethoorn

gita a giethoorn olanda (1)
 

Come arrivare a Giethoorn da Amsterdam

E’ possibile raggiungere il paese incantato di Giethoorn da Amsterdam in treno fino a Meppel o Steenwijk e poi prendere un autobus fino al villaggio, ma secondo me è una soluzione poco raccomandabile, specialmente se nella stessa giornata si vogliono visitare più mete.
La soluzione più comoda è sicuramente l’auto: noi abbiamo noleggiato una Golf Polo super nuova con navigatore incluso tramite NoleggioAuto.it e ci siamo trovati benissimo!

Da Amsterdam ci sono circa 120 chilometri: imboccate la A6, seguite le indicazioni per De Wilgen e in circa un’ora e mezzo di viaggio sarete a Giethoorn. Potete lasciare poi l’auto in uno dei numerosi parcheggi all’ingresso del paese. Noi ne abbiamo trovato uno gratuito un po’ nascosto, ma la maggior parte è a pagamento.

 

gita a giethoorn olanda (1)

 

E VOI CONOSCEVATE GIETHOORN?
NON SEMBRA ANCHE A VOI UN VILLAGGIO INCANTATO?
VI PIACEREBBE ABITARE IN UNA CASETTA SU UNO DEGLI ISOLOTTI?
FATEMI SAPERE NEI COMMENTI!

 

Post in collaborazione con Noleggioauto.it

 
AEREO
 

Rimani aggiornato sull’uscita dei nuovi post e dei nuovi concorsi per viaggiare gratis:


 

Gita a Giethoorn, il villaggio delle fiabe in Olanda

19 pensieri riguardo “Gita a Giethoorn, il villaggio delle fiabe in Olanda

  1. Bellissimo questo paesino!!! Segnato assolutamente per quando anch’io riuscirò ad andare ad Amsterdam…anche se per ora non ci sono programmi! 🙁

    1. Anche io ho aspettato tanto prima di riuscire ad andare ad Amsterdam per la prima volta!! E adesso non vedo già l’ora di tornarci!
      Ti auguro di riuscire a visitarla presto e di includere anche Giethoorn perché merita davvero 🙂

  2. Avevo avuto la fortuna di conoscere questa perla immersa nel verde nella stessa identica maniera: grazie alla viralità di una foto ig. Poi la sua bellezza, la sua tipicità e la sua stranezza hanno fatto il resto.
    Ho implorato in tutti i modi il mio fidanzato di portarmici una volta in Olanda ma avevo tenuto in considerazione solo l’opzione treno che come hai spiegato è un’opzione molto ostica. Magari se ci torniamo riflettiamo sull’opzione noleggio. Perché no?

    Un sorrisone grande, Zi 🙂

    1. Ah ti capisco! Il mio ragazzo non voleva noleggiare l’auto all’inizio, e andare con i mezzi era un po’ difficile. Alla fine sono riuscito a convincerlo per fortuna e il posto è piaciuto molto anche a lui 🙂 fammi sapere se poi riuscirai ad andarci!
      Un abbraccio

  3. Una favola! Sogno di andarci da anni e, come te, anche io l’ho scoperta tramite immagini sui social. E da quel momento in poi è diventato un mio pallino! Già guardando le foto e leggendo il tuo racconto non ci sto nella pelle, immagino a vederlo dal vivo!!! Grazie per i consigli 😊😊

    1. Ciao Isabella! Io l’ho scoperta poco tempo fa e non ricordavo neanche bene il nome. Quando poi finalmente sono riuscita a fissare il volo per Amsterdam ho fatto mille ricerche per riuscire a ritrovare il nome del paesino e a organizzare il noleggio per andare… ormai ero in fissa! E ne è valsa assolutamente la pena 🙂

  4. Giethoorn è uno di quei posti di cui sono già innamorata, romantico, piccolino e delizioso come piacciono a me.
    E hai ragione: Instagram è pericolosissimo, io in questo modo ho scoperto – oltre a Giethoorn – Colmar e Sintra; sono quei posti che uno vuole vedere per forza e non si dà pace fino a che non riesce a metterci piede.

    Farei esattamente come te: se per caso mi trovassi ad Amsterdam, mi ci fionderei subito <3

    1. Eli, ci intendiamo alla perfezione! Anche io ho Colmar e Sintra in wishlist proprio grazie a facebook… oltre ad alcuni paesini sulla Romanstische Strasse in Germania, Hallstatt e altre piccole perle sparse in giro per l’Europa. Ma come si fa?! La lista invece di accorciarsi ogni giorno aumenta :’)

    1. Ciao Stefania! Grazie mille… sì, c’era una bel silenzio, si stava da dio a camminare lungo i canali o in barca esplorando il paesino. Ci tornerei subito! 🙂

  5. Anch’io spesso sono vittima di Instagram 🤣🤣🤣
    Davvero bellissimo questo villaggio, io ero andata solo a Zaanse Schans ma lo segno per la prossima volta perché adoro questi luoghi senza tempo.. Nessuna auto, tanto verde, un’aura romantica. ❤
    Baci!

    1. E’ bellissimo Silvia, non potrei essere più contenta di aver deciso di andare!
      Anche Zaanse Schans è carinissima comunque, nel pomeriggio dopo Giethoorn sono stata anche lì 🙂

  6. Sai che ci sono stata anni fa? Ero in vacanza con i miei in un giro in camper dell’Olanda e questo è uno dei posti che mi sono piaciuti di più. Avevamo noleggiata una barca e abbiamo fatto il giro dei canali 😍

    1. Ci credo ti sia piaciuto Silvia! Che bellezza, anche io all’inizio volevo noleggiare la barca ma poi alla fine abbiamo optato per il tour organizzato 🙂 che atmosfera quel paesino!!

  7. “Maledetto” Instagram!! Anch’io sto scoprendo luoghi che non sapevo esistessero.
    Hai ragione, è davvero un villaggio da fiaba!! Bellissimo ed unico nel suo genere suppongo.
    Quanti giorni sei stata ad Amsterdam per riuscire a vedere tutte queste cose, che non ricordo?
    Buona giornata Diletta :*

Lascia un commento